Chi sono

Da piccola ero cicciottella e nemmeno particolarmente simpatica.

Chi mi conosce oggi sa che, invece, il mio carattere è solare, positivo, e si, lo ammetto….un po’ sulle nuvole e smemorata!
C’è chi potrebbe scriverci un libro sulla mia “svampitudine” 😃

Da ragazzina ero imprigionata in una fisicità che non volevo, e quindi mi chiudevo in me stessa,
come un cane che si morde la coda, più non mi piacevo e più ero introversa, più ero introversa e più non mi piacevo!
Un circolo vizioso senza fine.
Inoltre non aiutavano i continui paragoni con un fratello fisicamente perfetto, che continuavano ad echeggiare nelle mie orecchie.
Alle volte non verbali, ma comunque evidenti.

È lo stesso fastidio che tutte noi, almeno una volta, abbiamo provato quando di sottecchi, il nostro uomo, noncurante del pericolo che sta correndo, si gira per guardare un’altra!

Aarrrgghhhh! Di la verità, gli daresti una strizzata là dove non batte il sole, eh?
E invece no. Con nonchalance devi fingere indifferenza.
E iniziare a migliorare il tuo aspetto, per far sì che di lì a breve, se qualcuno si dovesse girare con ammirazione ….sarà per guardare TE!
E la strizzata poi se la darà da solo quando gli altri uomini si gireranno a guardare te!

Io però, a quei tempi, non avevo nessuno che mi motivava con pensieri positivi e rimanevo incatenata nell’insoddisfazione più nera.
Ero arrabbiata con me stessa perché non riuscivo a prendere il toro per le corna.
Potevo apparire cupa agli occhi della gente, ma dentro no. Dentro ho sempre avuto la voglia di esplodere di entusiasmo.
E, signori e signore, posso con fermezza dire che ci si può riuscire!

Non dico che sia facile.
Tutto ciò che porta al raggiungimento di un obiettivo nasconde sacrifici e rinunce. Uff, parecchie!
Ma ho voluto con intensità la mia rinascita, la mia rivincita!
Perché se stai bene nel tuo corpo stai meglio anche con gli altri.

E infatti, tolto di dosso ciò che non mi apparteneva, mi sono sentita per la prima volta libera, serena e finalmente me stessa!

 

Qual è stato il segreto del mio successo?
Iniziare!

Sembra banale detto così, ma non lo è per nulla!
Tutti i percorsi, anche i più faticosi e tortuosi iniziano dal primo passo.
Non pensavo a quanto lunga sarebbe stata la strada per arrivare a centrare l’obiettivo.
Il successo è arrivato facendo percorsi a piccoli passi, ponendomi dei traguardi verosimili.
Ogni mese aggiungevo una cosa in più: per primo la dieta, successivamente i trattamenti estetici, poi l’attività fisica e così via….

L’estate prima di iniziare la trasformazione avevo fatto una foto. Come monito. Ed era….bbbrrr…terribile!
Ogni volta che mi sentivo stanca e avevo voglia di cedere la guardavo, per rafforzare ancora un po’ la mia costanza.
Cavolo, funzionava sempre!
Pensa te come poteva essere questa immagine….
Beh, comunque posso affermare che è stata l’ultima brutta foto che ho scattato!
Con me ha funzionato, ed è per questo che prima di iniziare i trattamenti delle mie clienti faccio una fotografia.

Per ricordare loro com’erano PRIMA, e per mostrare loro quanto belle sono diventate DOPO!
Questa è diventata la mia missione: aiutare le donne a ritrovare il piacere di piacersi ed essere padrone del proprio universo.

 

Nessuno può farti sentire a disagio
se tu non lo permetti.

 

Io ho affrontato questo cambiamento da sola, cercando la forza in me senza nessun appoggio perché, come ti dicevo, non arrivo da una famiglia con una cultura estetica.
Ci ho messo tanto tempo, ho fatto un sacco di cavolate di cui mi pento tutt’ora.
Ne sono anche felice però, perché questo fa evitare alle mie clienti di imbattersi nelle difficoltà e negli errori che ho affrontato io.

Sono orgogliosa di essere d’aiuto a chi ha vissuto e vive un disagio estetico: non potevo scegliere lavoro migliore di questo!
Avendo passato tante esperienze, di studio, lavorative ma soprattutto personali, so esattamente come si sente una donna quando entra in istituto per chiedermi aiuto.
Lo so perché l’ho vissuto, e NESSUNO può capire una qualsiasi esperienza se non l’ha provata sulla propria pelle.

So perfettamente che se ti vedi bene, se ti senti bella e affascinante, sei più allegra, socievole, serena e sicura di te!
E tutto ti riesce meglio.
Affronti la vita in modo diverso…Col sorriso raggiante di chi sa di non passare inosservata.

 

 

Ero proprio soddisfatta del mio percorso personale e lavorativo.

Iniziavo a muovere i primi passi nel mondo dell’estetica.
Meraviglioso.
Le giornate volavano in un lampo.
Ero affamata di sapere, avevo fretta di imparare, volevo imparare tutto ciò che potevo.
Purtroppo però, questa mia voglia di crescere, era ostacolata quotidianamente.
In tutti i centri estetici dove ho lavorato, la formazione era molto limitata, ed io mi sentivo frustrata.

Tutto iniziava e finiva tra le mura della cabina, qualche nozione a voce, qualche dimostrazione sull’utilizzo dei prodotti, e stop. Deserto formativo.
E io non sapevo dove sbattere la testa, non sapevo come muovermi.
Ero frustrata perché sentivo che mi mancavano tante nozioni, non ero in grado di essere autonoma nella scelta dei trattamenti, nella diagnosi di valutazione, non ero ancora la professionista che volevo diventare.
Ma sapevo che c’era tanto là fuori.

Tanto da sapere, da studiare, da sperimentare, ma non riuscivo ad imboccare la strada giusta! In questo momento di disorientamento mi ero ripromessa che “da grande” avrei fatto molto meglio di così.
Che un giorno avrei avuto il mio istituto di estetica e che avrei continuato a crescere, sia io che il mio staff.

Non volevo essere anch’io una realtà mediocre, quelle realtà che ho vissuto sulla mia pelle. Mi sono fatta, perciò, un’idea piuttosto precisa di ciò che NON volevo essere.

  • Non volevo essere un luogo rimasto uguale a trent’anni fa.
  • Non volevo avere un centro di operatrici carine, giovani ma impreparate.
  • Non volevo un centro in cui non si ama il proprio lavoro e si tira a far sera.
  • Non volevo un centro in cui si nasconde il dilettantismo dietro a spiritualità e discorsi illuminati.

Volevo continuare a studiare, essere aperta alle novità, a innovative teorie e alla tecnologia che oggi fa piccoli miracoli.
Non è mai facile riuscire a dare sempre quel tocco in più e quel dettaglio innovativo alle mie clienti.
Ma tant’è… come dicevo prima? No fatica, no party!

 

La mia missione e la mia sfida era ed è:
essere sul pezzo, aggiornata ed informata,

 

sempre un passo avanti agli altri grazie ad un investimento consapevole del mio tempo e del mio denaro per frequentare almeno una decina di corsi di aggiornamento all’anno e poterti proporre i trattamenti sempre all’avanguardia.”
Trovare ogni giorno lo stimolo giusto per amare il mio lavoro ed essere felice di alzarmi la mattina (e lo posso giurare, io sono felice veramente di vivere nuove giornate lavorative).
Le clienti amano l’atmosfera di serena allegria che si respira da noi.

Mi aveva fatto tenerezza la bimba di una mia cliente, che parlando con la madre disse: “mamma, ma qua sono sempre allegre? Sorridono sempre!”
Mi piace essere la prima testimonial di quello che propongo, a costo di dover andare in negozio alle 7 di mattina per farmi un trattamento! (Lo faccio)
Non abbattermi di fronte alle difficoltà e con la mia tenacia essere la fortuna di me stessa.

Nel frattempo mi sono sposata, ho avuto due fantastiche bambine.
Quando avevano rispettivamente 2 anni e mezzo e 1 anno ho deciso finalmente di aprire finalmente il MIO negozio.
Che emozione vedere il mio istituto prendere forma, che entusiasmo andare per fiere e aziende a scegliere i migliori prodotti e tecnologie.

 


Si, tutto bello. Fin qui. Ma poi…

Dovevo aprire a settembre 2010… ho aperto tre mesi dopo!Il giorno prima dell’apertura dovevano consegnarmi la reception… è arrivata 3 settimane dopo!
Volevo sotterrarmi.
La sensazione di sconfitta era soffocante, pensavo che se non ero riuscita a organizzare l’apertura di un negozio, figurati se sarei stata capace di portare avanti un’attività in proprio.
Io avevo tanta esperienza, ma nei trattamenti estetici.
Di questioni fiscali, banca, conti ero proprio impreparata, e oltretutto li ho sempre odiati.

(Anche oggi, eh…)
Mi ero resa improvvisamente conto che mi mancava un pezzo. Ma cavolo, bello grosso! Ero terrorizzata!

2 settimane dopo l’apertura, io che non mi ammalo mai, mi sono beccata un bel 40,5 di febbre con due tonsille che sembravano 2 palle da rugby.
Di notte non si dormiva, cioè, io non dormivo; le bimbe si svegliavano spesso e la situazione non cambio’ anche per i due anni successivi.
Ero da sola in negozio ed ero aperta 6 giorni su 7, 10 ore al giorno.

Mi sentivo in difetto nei confronti delle mie piccole, ero stanca, ed ora pure impaurita da quel pezzo di mondo che non conoscevo.
Insomma, tutto questo entusiasmo non l’avevo più.
C’erano giorni in cui avevo voglia di mollare.
Una sera, tornata a casa, mi ricordo di essermi infilata in doccia a piangere, mentre fuori dalla porta le bimbe mi reclamavano.
Dopo un tempo infinito, il bagno si era trasformato in una sauna. C’era così tanto vapore che quasi non ci vedevo.
Mi ero infilata l’accappatoio e mi ero seduta per terra.
In quel momento, entra mia figlia e mi vede con le lacrime agli occhi.
Mi guarda preoccupata e mi dice :” chi ti ha fatto male mamma?”
Ecco, li mi sono sentita un’emerita idiota! “Io mi sono fatta male amore, tutto da sola” avrei voluto dire, ma in realtà non dissi nulla.
Quelle parole ingenue e dolcissime mi avevano riportato sul pianeta terra! Boccardo, alza il culo!
E così feci.

 

Nei due anni successivi mi sono rimboccata le maniche e ho investito sulla formazione professionale mia delle operatrici una cifra con cui mi sarei potuta comprare una Golf, senza considerare le tecnologie di nicchia e di ultima generazione che ho acquistato!
Qui, a occhio e croce un Cayenne saltava fuori!!!

Quanti centri estetici conosci con il personale che si sposta in tutta Italia per formarsi ed essere sempre al top almeno 10 volte l’anno?
Questo mi ha portata a crescere, avere sempre più clienti soddisfatte e un centro che funzionava sempre meglio.
Alla fine ho dovuto prendere un locale più grande – nel centro di Senago dove mi trovo tutt’ora – ed assumere tre collaboratrici: Viviana, Laura e Marta, che spero avrai l’occasione di conoscere.

Quello che si respira da noi è l’esperienza positiva dell’allegria e del risultato

Alcune nostre clienti dicono di noi:



Ho fatto scelte a volte scomode, e continuerò a farle se questo vuol dire dare il meglio nel proprio lavoro. Imparo nuove cose e mi impegno a costo di stare sveglia fino a mattina.
Poche volte mi sono sentita affranta, ma quelle sensazioni le ho fissate bene nella mente e non le farò capitare più, perché ora so qual è la via giusta.

E so per certo che tutto si può fare.
A volte soffrendo, a volte sorridendo.
Ma c’est la vie, è sempre tutto così.

E quello che respirerai nel mio istituto è un riassunto di quello che hai appena letto:

innovazione, impegno, dedizione.

 

Ma anche allegria e serenità, di scelte fatte con cura e attenzione. Ogni giorno, per te.

 


Se sei arrivata fin qui, sono onorata della tua attenzione.
Tutte le donne che si fanno curare la loro bellezza da noi, iniziano con un check-up direttamente con me.

Vuoi anche tu fare una chiacchierata per scoprire quali trattamenti ti consiglierei?

Chiama in istituto (02/99483171) o invia un’email a senago.bessence@gmail.com e chiedi un appuntamento con me.

Non vediamo l’ora di conoscerti!
A presto
Barbara