6 segnali di allarme che ti dicono che la tua pelle sta invecchiando…

6 segnali di allarme che ti dicono che la tua pelle sta invecchiando…

 

Sei alla soglia dei 40 anni (o li hai superati), e ti accorgi che ogni giorno che passa hai una ruga in più?

La pelle grassa – che rende giovani, ma che hai combattuto con tutte le tue forze – oggi ti presenta il conto.

Gli errori giovanili si pagano in età adulta, e aver tentato di eliminare il sebo in modo aggressivo a suo tempo non è stata una buona mossa.

Ma non è colpa tua, purtroppo è un facile business per le case cosmetiche accontentare con una scorciatoia, la voglia giovanile di eliminare l’unto dalla pelle. Facendotene pagare le conseguenze superati i trent’anni.

Questo perché il sebo è una componente del film idrolipidico, ed è responsabile della corretta acidita’ e idratazione regolando l’evaporazione dell’acqua dalla superficie cutanea.

Ma anche se sono passati tanti anni, con pochi accorgimenti e continuando a leggere, scoprirai come una corretta beauty routine migliorerà la tua pelle rendendola luminosa e morbida come da ragazza!

“Si può essere splendidi a trent’anni, affascinanti a quarant’anni, e irresistibili per tutto il resto della vita.”

E se lo diceva Coco Chanel, possiamo anche considerarlo vero!

via GIPHY

Coco Chanel non era una Bellezza esplosiva per eccellenza, anzi.

Posso affermare che se non fosse stato per il suo ruolo imprenditoriale, per il suo carattere e il suo innato fascino, certamente sarebbe passata inosservata.

Ma Coco, oltre ad essere stata brava a cogliere le occasioni che la vita le ha presentato davanti e che l’hanno portata a diventare una famosa imprenditrice, ha dimostrato, allora come oggi, che la bellezza è opinabile; che il fascino e l’allure sono una questione di portamento e cura di dettagli.

E sono immortali.

Io ho tutta una mia teoria sul concetto di immagine, e lo racconto in questo articolo del blog:

http://www.biessence.it/labito-fa-il-monaco-eccome/

Perciò, posto che la bellezza è soggettiva e sta negli occhi di chi guarda, giusto per parlare per frasi fatte, esiste una  base necessaria e uguale per chiunque: prendersi cura di se stesse.

Se anche tu hai quasi quarant’anni o li hai superati, seguimi, scoprirai i miei segreti per ritrovare anche in primavera una pelle setosa, luminosa e senza rughe.

Per essere più bella di quando avevi 20 anni, senza l’Intervento del chirurgo!

E scoprirai perché la pelle grassa è una manna dal cielo.

Come prima cosa dimmi se ti riconosci in questi segnali:

Ti senti la pelle:

  1. Disidratata, che “tira” dopo che hai lavato il viso?
  2. Ti sembra che la pelle abbia perso elasticità? Che se la pizzichi fa fatica a tornare indietro e rimane come stropicciata? Magari sul collo o sulle palpebre.
  3. La zona T non e’ più grassa, unta? ( tu magari sei anche contenta…. Ma non è un buon segno….proprio no, te lo assicuro!)
  4. Intravedi già delle macchiette sul viso color caffè latte, che si scuriscono quando prendi il sole?
  5. Ti sembra che tutto stia “cadendo” verso il basso? che quello che una volta erano le tue guanciotte adesso sono ….scivolate giù fino a creare il doppio mento?
  6. Noti che non hai più la stessa resistenza sotto il solleone e ti arrossi in un attimo? Una volta eri una irriducibile lucertola e ora… Mezz’ora al massimo. Ovviamente dopo le cinque del pomeriggio . E questo è diventato il tuo record di esposizione al sole!

Perciò, se hai riconosciuto anche solo uno dei 6 segnali che ho elencato, continua a seguirmi nella lettura perché ti sto per spiegare ESATTAMENTE cosa sta succedendo (purtroppo) alla tua pelle:

via GIPHY

  • Stai assistendo a una riduzione progressiva di collagene ed elastina, responsabili del tono e dell’elasticità cutanea. Inoltre con gli anni cambia la distribuzione del grasso superficiale e profondo che tende a scivolare verso il basso. Risultato? I contorni del viso iniziano a cedere e i tratti subiscono impietosamente la forza di gravità appesantendo la parte inferiore del viso.
  • La produzione di acido jaluronico sta inesorabilmente diminuendo, ed è responsabile dell’idratazione e del turgore cutaneo
  • Le macchie iperpigmentate, (quelle macchie brune/beige) comparse all’improvviso, non sono altro che una conseguenza del fatto che la produzione di melanina diventa disomogenea
  • Le ghiandole sebacee si iniziano ad atrofizzare, diventano gradualmente più piccole, perciò avrai la pelle non più unta, ma secca, che tende facilmente a segnarsi.

Ti faccio un esempio per essere più chiara:

  • Immagina di dover accartocciare un foglio di gomma ( che rappresenta la pelle grassa) e un foglio di carta (che rappresenta la pelle secca)… Secondo te quale ritornerà più facilmente all’aspetto iniziale? Eh sì, il foglio di gomma. Ma ormai è tardi per apprezzare l’untuosità giovanile, che cercavi in ogni modo di eliminare con maschere all’argilla, miscugli di limoni e cetrioli, saponi aggressivi e bombe antiacne!

In particolar modo, combattere in modo aggressivo la cosiddetta “pelle grassa” in età adulta può essere un boomerang, perché togliere questo fattore naturale di protezione, unito all’atrofia delle ghiandole sebacee, crea un terreno arido dove le rughe possono insediarsi molto più facilmente.

Perciò non ti fidare di chi, per accontentarti o per presa di posizione, ti consiglia prodotti o trattamenti seboregolatori se non sei stra-certa che sia una professionista moooolto competente, e che sappia cosa dice!

Esistono modi molto più performanti e delicati per migliorare la pelle grassa in età adulta o giovanile, ma non mi dilungo ulteriormente.

 

 

Io sono della classe 1976, quindi i quaranta li ho e li ho pure superati, ahimè!

Ma devo confessarti una cosa: non tornerei più indietro!

Mi fermerei qui, a questa età.

Pazza?

No ;-D

via GIPHY

Sono Semplicemente consapevole che anche se il tempo scorre inesorabile e può lasciare segni, è altrettanto vero che è impagabile sapere come fronteggiarlo.

E fregarlo, il tempo.

Una quarantenne ha l’appeal di saper portare un tacco, di avere una dialettica matura ma frizzante, conosce i suoi limiti e difetti perciò sa come “nasconderli”.

Ha voglia di piacere, ma non a tutti costi e soprattutto non a tutti.

L’immagine collettiva della donna di successo è matura, affascinante e sicura di sé, capace di arrivare ovunque, nonostante le difficoltà e i mille impegni che la vedono fare i salti mortali tra figli, lavoro, casa, soufflè e tacco 12.

Credo che questo fascino sia molto più intrigante e seducente rispetto a una acerba bellezza.

Lo penso davvero, giuro che non è per consolarmi!

C’è un MA purtroppo dietro a tutto ciò, ed è che, superata la soglia dei 35/40 anni non si vive più di rendita, e se non ci si prende cura del proprio Tempio (considero così il nostro corpo), ci presenterà un conto salato!

Senza che ce ne rendiamo conto, le cellule iniziano ad invecchiare già dopo i vent’anni, solo che ora che te ne accorgi passa almeno un decennio.

C’è un invecchiamento fisiologico, naturale, che non ci permette più di autoalimentare la nostra bellezza senza un aiuto esterno.

inoltre durante i cambi di stagione la pelle risulta più stressata, perché ha passato l’inverno con gli sbalzi termici dati dal freddo esterno e il caldo degli ambienti interni, il vento, la neve e lo smog .

Il peggioramento cutaneo  non è MAI una cosa che accade da un giorno all’altro e spesso, oltre al passare del tempo, il problema peggiora anche per non aver avuto cura in modo corretto della tua pelle, o per averla “sgrassata” eccessivamente da ragazza.

Anche se lo scenario non è dei migliori, Keep Calm che ora ti do la BELLA NOTIZIA!
Continua a leggere e scoprirai le regole base per ottenere il meglio, ritrovando una pelle sana portando indietro le lancette dell’orologio.

TU PUOI rallentare e prevenire il processo di invecchiamento in 5 mosse:

  1. La regola più importante è la detersione! Latte detergente, olio detergente o micellare. No ai saponi contenenti tensioattivi, e quindi NO a tutti i bagnoschiuma o detergenti schiumogeni venduti ovunque, perche’ distruggono il film idrolipidico (che è il nostro fattore di protezione naturale). Questo gesto e’ NECESSARIO 2 volte al giorno. Ricorda che lo smog che si deposita sulla pelle è un fortissimo fattore di invecchiamento!
  2. Non dimenticarti MAI di mettere la crema. Ma per favore…. Guarda che non contenga paraffine (troverai scritto paraffinum liquidum), ed evita anche creme contenenti alcuni tipi di siliconi come il dimethicone che ha un’azione filmogena, cioè si deposita, non evapora. La storia degli ingredienti cosmetici è lunga,  la tratterò in un articolo a parte, questo è solo un piccolo suggerimento.

Usa sieri al l’acido jaluronico o vitamina C. Il primo ti donerà idratazione, mentre l’altro aiuterà la sintesi del collagene e regolerà la produzione di melanina.

  1. Chiedi poi alla tua estetista trattamenti viso adatti alla tua situazione. Pretendi che ti faccia una diagnosi senza trucco, sotto il visore e, almeno, valutando da seduta le caratteristiche anatomiche del viso. Solo così è possibile capire l’invecchiamento reale e non basarsi solo su quello anagrafico. Potrà consigliarti trattamenti che se abbinati a tecnologie innovative, ti assicuro per esperienza personale, fanno miracoli!!!
  2. Dormi le ore necessarie per ricaricarti. Magari te lo sei scordato ma…. Non sei un robot!
  3. E per ultimo, ma non ultimo….. TRUCCATI. Con colori delicati. NO all ombretto blu, Viola, verde.
    A meno che tu non sia una make-up artist!
    Usa i marroni, l’ oro (con cautela mi raccomando! Prima che vai in giro come la modella di j’adore), e il panna per i punti luce.
    Se non hai labbra carnose, evita i rossetti marcati, scuri.
    Metteresti in evidenza il fatto che hai le labbra sottili. Se non hai dimestichezza usa un gloss.

E poi sai cosa?
AMA. È il più potente antiossidante esistente!

Ed iscriviti alla mia newsletter, sulle rughe fa miracoli ;-p</p

via GIPHY